Sinistra e dintorni

AvatarUn Blog di discussione politica in cui si esprimono idee sentimenti e riflessioni sulla sinistra italiana in questa fase molto fluida. Un modo per dire quello che si pensa sui fatti quotidiani e sul futuro dell'Italia. Vista da sinistra.

Più Nutella per tutti



Tirato per la giacca, costretto al fatal passo dalle difficoltà del Governo ed ancor di più dai principali esponenti dei DS, D'Alema e Fassino, azzoppati dalle intercettazioni telefoniche, accetterà di diventare il Capo del futuro Partito democratico nonchè candidato effettivo alla corsa per la Presidenza del Consiglio.

Il Walter nazionale, colui che inventò gli allegati ai quotidiani, colui che della Nutella ne ha fatto una way of life, che vola sulfureo con parabole ed immaginazioni, alto sulla vita vissuta. Colui che riesce a mettere d'accordo destra e sinistra, atei e papisti, laziali e romanisti, l'uomo degli angoli smussati che trova nel buonismo una categoria metafisica dell'esistenza, insomma LUI, il salvatore della barca piena di buchi che è il Governo di centro sinistra, in crisi di consensi e di prospettive.

Tutti sono già saliti sulla sua barca, tutti troveranno un posto ed una posizione, per tutti c'è posto nell'Italia di Veltroni.

Ora resta da capire quale Italia ha in mente, quale sinistra ha in mente, quali sono i valori che fanno la differenza fra un governo ed un partito, fra destra e sinistra, come si collocherà sulla laicità o sulla collocazione internazionale del PD, sui DICO o sui sindacati.

Le doti da equilibrista ce l'ha, bsognerà vedere cosa ne pensano tutti gli altri, assolutamente ridimensionati.

Perchè per quanto mi riguarda l'esperienza da segretario dei DS fu assolutamente negativa, lasciò un partito in braghe di tela, lo lasciò, per andare a fare il Sindaco, appena in tempo della grandinata berlusconiana del 2001.

Così come lasciò la direzione del giornale poco prima della chiusura.

1 commenti:

2:23 PM Gianluca ha detto...

Ricordo bene quel 2001, il povero Folena abbandonato in prima linea e D'Alema e Veltroni in seconda linea a fare la loro battaglia personale.
Veltroni purtroppo rischia di essere l'ennesimo salvatore della patria buono per non farci esplodere in rivolta qualche anno ancora...
Ciao.
Gianluca Poscente